>

N.A.C. - SALVATORE VITIELLO

Vai ai contenuti

Menu principale:

N.A.C.

Metotologie

Nutrizione Artificiale Chetogena Dimagrante

CENNI SULLA N.A.C.
La Nutrizione Artificiale Chetogena è un sistema di alimentazione artificiale in cui miscele nutrizionali proteiche vengono somministrate attraverso uno speciale sondino naso-gastrico di ultima generazione (del diametro di 1,5 mm.).
La somministrazione è continua, 24 ore su 24 per circa 10 giorni e gestita da una pompa artificiale nutrizionale miniaturizzata.
Durante la propria attività clinica, per un caso fortuito, l'Autore della tecnica, prof. Cappello, ha notato che la nutrizione enterale esclusivamente proteica utilizzata nei pazienti obesi poteva attivare una serie di risposte metaboliche in grado di innescare il consumo dei grassi di deposito, senza intaccare la quota muscolare, e senza indurre il senso di fame tipico delle diete ipocaloriche.
Tale riduzione di grassi, e quindi di peso, si attivava in tempi incredibilmente rapidi rispetto a ciò che avviene con una dieta equilibrata ipocalorica, senza indurre indebolimento fisico, senza sensazione di fame, e soprattutto con risultati duraturi se associata ad uno stile di vita più sano.
La metodica è sicura, senza rischi e non richiede nè ricovero, né riposo a casa, consentendo pertanto una normale attività sociale e lavorativa durante il trattamento che in genere dura dieci giorni.
Tale tecnica è stata oggetto di studi e di applicazioni scientifiche laddove è nata, cioè presso il Servizio di Alimentazione Artificiale del Policlinico Umberto I° dell'Università La Sapienza di Roma.
I casi trattati e studiati sono stati migliaia, con risultati eccellenti.
La popolarità della tecnica si è andata sempre più diffondendo, facilitata in ciò dalla sostanziale assenza di controindicazioni e dalla possibilità di somministrazione a costi contenuti, il che ne agevola la penetrazione nelle fase sociali più svantaggiate, ma che nello stesso tempo ne hanno più bisogno.

DOMANDE SULLA N.A.C.
La N.A.C. o Nutrizione Artificiale Chetogena, è un trattamento dimagrante basato sulle ricerche scientifiche condotte dal Prof. Cappello dell'Università La Sapienza di Roma.
Tale trattamento sfrutta le capacità naturali dell'organismo di bruciare grassi per produrre energia se privato totalmente dell'apporto di glucosio e lipidi per determinati periodi, attivando delle reazioni biochimiche naturali chiamate gluconeogenesi e chetogenesi.

QUAL'E' LA DIFFERENZA TRA LA NAC, LA NED , LA NEP, LA DIETA CON SONDINOI termini si riferiscono al medesimo trattamento dimagrante, per cui sono da considerarsi sinonimi di N.A.C. che significa Nutrizione Artificiale Chetogena, con riferimento alla chetogenesi che si attiva quando l'organismo brucia i grassi di deposito.

LA N.A.C. PUO' ESSERE PARAGONATA AD UNA DIETA DIMAGRANTE, OPPURE ALLA LIPOASPIRAZIONE?
Sebbene lo scopo di tutti i tre trattamenti sia quello di eliminare il grasso in eccesso, anche se con modalità completamente differenti, con la N.A.C. il grasso in eccesso viene eliminato molto più rapidamente rispetto alle diete dimagranti ipocaloriche, ed allo stesso tempo in quantità molto più elevate rispetto a qualsiasi lipoaspirazione, il tutto sfruttando delle risposte naturali del nostro organismo.

PER POSIZIONARE IL SONDINO OCCORRE L'ANESTESIA?
Assolutamente no. Si tratta di bere un bicchiere d'acqua mentre il sondino scivola nel naso delicatamente.
Il minisondino utilizzato per la N.A.C. è completamente differente dai sondini naso-gastrici abitualmente adoperati in ospedale per svuotare lo stomaco.
E' molto più sottile, largo meno di 2 millimetri (1,5/1.7 mm), molto più morbido, studiato appositamente per essere applicato per periodi molto prolungati senza arrecare alcun disagio, e essere avvertito minimamente.
Nella nostra esperienza non è stato mai richiesto alcun sedativo o anestetico per applicare il minisondino, che va semplicemente mandato giù con un sorso d'acqua.

IN PRATICA COME SI SVOLGE IL TRATTAMENTO?
Le verrà chiesto di mandar giù con un sorso d'acqua il minisondino, introdotto dal medico delicatamente attraverso una narice. Il sondino è trasparente, molto sottile, e per tutti i 10 giorni del trattamento rimarrà fissato con del cerotto invisibile, senza darle alcun fastidio.
Le verrà consegnata la pompa elettronica nutrizionale da portare sempre con sè in una borsa per tutta la durata del trattamento. La pompa nutrizionale, collegata al minisondino, Le somministrerà 24 ore su 24 una miscela nutritiva a base di proteine, bilanciata su misura per le esigenze metaboliche; questa miscela costituirà il suo unico alimento per tutta la durata del trattamento.
Non si tratta di farmaci, ma di semplici alimenti presenti in natura e semplicemente purificati.
Durante la N.A.C. non avvertirà alcun senso di fame per via dell'azione di alcune sostanze naturali, chiamate corpi chetonici, che si liberano nell'organismo quando bruciamo grassi di riserva. Al termine del ciclo di trattamento della durata di circa 10 giorni, verrà sottoposto ad altri semplici accertamenti per misurare la sua risposta metabolica e quindi quanto grasso in eccesso è stato eliminato.
Quindi verrà rimosso il sondino e restituita la pompa nutrizionale. Al termine del ciclo di N.A.C. dimagrante, le verrà prescritta una speciale dieta di mantenimento personalizzata che dovrà praticare per consolidare i risultati raggiunti. Il costo della dieta di mantenimento è compreso nel trattamento.

QUESTA MISCELA DI PROTEINE PUO' PROVOCARE DANNI?
Le proteine che le verranno somministrate non sono farmaci, bensì alimenti presenti in natura e raffinati. In particolare si tratta di sieroproteine ottenute dalla microfiltrazione e successiva ultrafiltrazione del latte. Da 1 litro di latte fresco si ricavano 8 grammi di sieroproteine. La quantità di proteine che le verrà somministrata sarà calcolata in base alle sue esigenze metaboliche. Non si tratta di una dieta iperproteica, anzi! La quantità di proteine che le verrà somministrata è la minima prevista dai nutrizionisti appena 70-80 grammi. Per il fegato ed i reni sarà una vera passeggiata smaltire questo leggero carico metabolico.

LA NUTRIZIONE ENTERALE PUO' ESSERE DANNOSA?
L'obesità può essere dannosa, addirittura pericolosa! Il trattamento dell'obesità con la Nutrizione Artificiale Chetogena può apportare soltanto benefici. Naturalmente bisogna seguire i consigli medici.
A dimostrazione degli effetti positivi indotti dalla N.A.C. basti pensare che i pazienti obesi, se affetti anche da diabete o ipertensione, durante i 10 giorni del trattamento NAC dovranno ridurre o addirittura sospendere la cura con farmaci antidiabetici o antiipertensivi, in quanto l'ipertensione o l'iperglicemia tenderanno a normalizzarsi spontaneamente.

POTRO' ASSUMERE FARMACI?
Con la NAC possono essere assunti tutti i farmaci a cui siamo abituati.
Le uniche accortenze sono quelle di evitare assolutamente farmaci che contengono zucchero, come ad esempio sciroppi ( es. antitosse, espettoranti), compresse effervescenti, bustine ( es. aulin, mesulid). Inoltre per farmaci importanti come ad esempio pillola anticoncezionale, antiepilettici, antibiotici, sarà importante assumerli almeno 2 ore prima dei farmaci purganti che normalmente vengono prescritti con la NAC (per prevenire la stitichezza ).

DURANTE LA N.A.C. POTRO' MANGIARE QUALCOSA?
La particolarità del trattamento ed anche il suo successo, sta nel fatto che la N.A.C. abolisce completamente il senso della fame. La totale soppressione dell'apporto di zuccheri, assieme alla somministrazione continua di proteine attraverso il sondino, crea questa particolare condizione, determinata dalla produzione di sostanze naturali chiamate corpi chetonici, che sopprimono il senso della fame. Allo stesso tempo la semplice ingestione di una sola caramella bloccherebbe tutta la reazione, provocandole fame, ed annullando tutto cio che si è ottenuto! Pertanto il successo del trattamento è condizionato dalla totale soppressione dell'assunzione di qualsiasi alimento!

LO STESSO RISULTATO LO SI PUO' OTTENERE DIGIUNANDO?
Il digiuno fai-da-te oppure imposto con la forza, provoca un grave indebolimento dell'organismo in quanto, assieme ai grassi di deposito, vengono intaccate anche le masse muscolari, per ricavarne energia necessaria al metabolismo cellulare. Al contrario la nutrizione enterale salvaguarda le masse muscolari, addirittura le tonifica, mentre facilita il consumo dei grassi di deposito che vengono bruciati in grande quantità.

DURANTE LA N.A.C. POTRO' LAVORARE O FARE SPORT?
Una volta applicato il minisondino, potrà tornare alla vita di tutti i giorni. Potrà pertanto lavorare, studiare, viaggiare, passeggiare, svolgere qualsiasi normale attività, ad eccezione di lavori o sport che richiedono sforzi fisici molto intensi o improvvisi. Sforzi svolti in queste condizioni porterebbero ad un insolito affaticamento.
Infatti, durante la N.A.C., le capacità di erogare surplus di energia ai muscoli per sforzi improvvisi o molto intensi è ridotta. Sono invece pemesse, anzi consigliate, lunghe passeggiate.Per ottenere i migliori risultati e consigliabile fare 1 ora di passeggiata o cyclette al giorno senza affaticarsi.

QUANTO GRASSO SI ELIMINA CON LA N.A.C.?
Se tutto funzionerà a dovere, perdererà fino all' 1% di peso corporeo di grasso al giorno, cioè circa 1 chilogrammo di grasso al giorno. L'effetto sulla silhouette sarà molto marcato in quanto il grasso è più leggero e voluminoso della semplice acqua. Pertanto la sua riduzione apparirà molto evidente.

QUANTO DURA IL TRATTAMENTO? La perdita di grasso senza avvertire il senso della fame e senza accusare stanchezza è costante in genere sino al 10° giorno, per cui la durata del trattamento è variabile in base alle proprie esigenze, ma con un massimo di 10 giorni per ciclo.

IL TRATTAMENTO SI PUO' RIPETERE?
Certamente. Lei potrà programmare tanti cicli quanti ne riterrà opportuni per raggiungere il suo peso ideale. Per gli altri cicli andrà rispettato un'intervallo di riposo di 10 giorni, altrimenti il trattamento perderebbe di efficacia per una sorta di abitudine che si innesca alla N.A.C. dimagrante.

QUALI SONO LE INDICAZIONI ALLA N.A.C.?
Trattamento dell'obesità quando c'è una risposta insoddisfacente o troppo lenta alle diete convenzionali.

  • Obesità in cardiopatici

  • Obesità in diabetici

  • Apnee notturne.

  • Infertilità di coppia o squilibri ormonali femminili in soggetti obesi.

  • Atleti in sovrappeso che necessitano di un rapido rientro nel peso forma.

  • Professionisti dello Spettacolo che necessitano di rimodellare in poco tempo il proprio fisico.

  • Riduzione del Rischio Operatorio in pazienti in sovrappeso da sottoporre ad interventi chirurgici di routine.

  • Riduzione del Rischio Operatorio in pazienti "grandi obesi" da sottoporre a chirurgia bariatrica, es. by-pass gastroenterico.

  • Terapia dell'obesità quando il by-pass gastroenterico è controindicato.


QUANTO COSTA UN CICLO DI N.A.C.?
Le tariffe sono individuali e differenziate tra uomini e donne.
A titolo orientativo un giorno di trattamento costa tra i 22 ed i 33 euro. Per la nutripompa è prevista una cauzione di 300 euro che le verrà restituita al termine del ciclo.

Al TERMINE DELLA NAC VERRO' ANCORA SEGUITO?
la maggior parte dei pazienti al termine dei cicli NAC è in grado di proseguire con le proprie forze il percorso intrapreso, adeguandosi ad un nuovo stile di vita.
E' a disposizione una specialista nutrizionista per una dietoterapia a lungo termine che consolidi il risultato ottenuto con la NAC.
Infine, nei casi previsti, se grandi obesi, sarete inseriti nei programmi di riabilitazione chirurgica per interventi di addominoplastica o brachioplastica post-dimagrimento dei grandi obesi.

Aurore dell'articolo: Dott. Vincenzo Siano
Specialista in Anestesiologia, Rianimazione, Terapia Intensiva.
che ha collaborato fino a ottobre 2010 direttamente con il Prof. Cappello dell'Università "LA SAPIENZA" di Roma. AUTORE DELLA TECNICA DI NUTRIZIONE ARTIFICIALE CHETOGENA.





 
Copyright 2016. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu