Tatuaggi - SALVATORE VITIELLO

Vai ai contenuti

Menu principale:

Tatuaggi

Metotologie
Rimozione dei tatuaggi
Nel campo della rimozione dei tatuaggi le tecnologie Laser hanno fatto grandi progressi dal punto di vista della precisione e del maggior comfort e sicurezza per l'utente: assenza di effetti collaterali quali ustioni, bruciore, rossore persistente o cicatrici.

Per la rimozione dei tatuaggi la tecnologia Laser Q-Switched, per la capacita' esclusiva di interagire con le zone pigmentate lasciando intatti i tessuti circostanti, rappresenta il top in materia di tecnologia Laser applicata.
Il Laser Q-Switched richiede minor tempo di recupero rispetto ad altre metodiche ed ha un basso impatto a livello di sensazione: i pazienti paragonano la sensazione a quella generata da un elastico schioccato sulla pelle.
I primi giorni dopo il trattamento Laser, bisogna evitare di strofinare la zona, proteggendola eventualmente con una auto-medicazione leggera.

A guarigione completa, applicare una crema con filtro solare totale.

E' possibile riscontrare una leggera ipopigmentazione o un arrossamento temporaneo intorno alla zona trattata.

In alcuni pazienti puo' comparire una leggera ipo od iperpigmentazione per qualche settimana dopo il trattamento, che va gradualmente sparendo.

Trattamento di tatuaggi gia' trattati con altre metodiche
Pazienti trattati in precedenza, per la rimozione di tatuaggi, con altre fonti Laser e non, che non abbiano avuto risultati soddisfacenti, possono essere trattati con i Laser Q-Switched sempre che il derma non abbia subito danni, cicatrici od eccessiva riduzione di elasticita'.

Di tutti i colori

La precisione rispetto al target dei Laser Q-Switched, consente il trattamento di tatuaggi anche multicolori (amatoriali professionali) anche per colori quali nero, marrone, blu, verde e verde acqua.
L'eta', la posizione del tatuaggio, la composizione del pigmento stesso possono determinare viariazioni nel numero di sedute necessarie per la rimozione del tatuaggio, sempre considerando la maggiore efficacia dei Laser Q-Switched rispetto alle tradizionali metodiche ed alle altre fonti Laser.

STRATEGIA OPERATIVA

Trattamento
Il Paziente durante l'applicazione Laser deve indossare occhiali protettivi.
Il trattamento si effettua attraverso il posizionamento di un manipolo sulla cute e nell'attivazione del Laser ad intervalli, contraddistinta da spot di sorgente luminosa.
Tatuaggi di dimensioni ridotte vengono trattati con pochi spot.
Quelli piu' ampi richiedono un numero maggiore di spot.

Il Laser Q-Switched e' meno doloroso e richiede minor tempo di recupero rispetto alle altre metodiche Laser.
La maggior parte dei pazienti non necessitano di anestesia locale. Per parti particolarmente sensibili bastera' applicare pochi minuti prima del trattamento una crema anestetica.

Post-trattamento
Immediatamente dopo il trattamento si applica una specifica medicazione (unguento antibiotico) per ridurre l'irritazione della superficie trattata.
I primi giorni dopo il trattamento Laser, bisogna evitare di strofinare la zona, proteggendola eventualmente con una auto-medicazione leggera (cerotto di carta).
A guarigione completa, applicare una crema con filtro solare totale.
E' possibile riscontrare una leggera ipopigmentazione o un arrossamento temporaneo intorno alla zona trattata.
In alcuni Pazienti puo' comparire una leggera ipo od iperpigmentazione per qualche settimana dopo il trattamento, che va gradualmente sparendo.

Trattamento di tatuaggi gia' trattati in precedenza con altre metodiche, per la rimozione di tatuaggi, con altre fonti Laser e non, che non abbiano avuto risultati soddisfacenti, possono essere trattati con i Laser Q-Switched sempre che il derma non abbia subito danni, cicatrici od eccessiva riduzione di elasticita'.

 
Copyright 2016. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu